Normativa

Normativa diramata da Federazione Toscana Ordini Dei Medici

Privacy: sì all'accesso alle perizie mediche.

Da Toscana Medica del 6 novembre 2003 - Privacy: sì all’accesso alle perizie mediche

Vanno messe a disposizione dell’interessato che le richieda le valutazioni medico-legali contenute in una perizia, perché sono dati personali a tutti gli effetti. Lo ha affermato la seconda sezione civile del Tribunale di Roma, che ha respinto il ricorso presentato da Assitalia contro il Garante della privacy e un cittadino. Il Garante aveva a suo tempo dato ragione al cittadino, che si era visto rifiutare dalla compagnia l’accesso alla perizia medico-legale redatta nell’ambito della procedura di accertamento di un indennizzo. Per la società, quei dati non erano “personali” perché “non possiedono un intrinseco elemento di obiettività”. Non è stato d’accordo il Tribunale, secondo cui non esiste alcuna norma che tracci una linea di confine tra dati “obiettivi” e non. La Legge 675/1996 sulla privacy – affermano i giudici - considera dato personale “qualunque informazione relativa a persona fisica”, comprese le valutazioni contenute nelle perizie medico-legali, ovvero “tutti i casi in cui la valutazione, anche espressa attraverso un giudizio sintetico sotto forma di punteggio o valore, consegua in via di logica consequenzialità alla raccolta, all’ordinamento e all’analisi di altri dati personali dell’interessato”. (Fonte: Il Sole 24 Ore Sanità del 4-10 novembre 2003)

Nessun allegato disponibile